Tempo di raccolta: le primizie dell’orto sociale di Naturae

Estate. Tempo di raccolta per l’Associazione Culturale Naturae. All’orto sociale di via San Felice – grazie alle indistruttibili piramidi “CHEFREN” – diverse primizie sono pronte per essere gustate e portate a tavola.

L’Associazione pone molta attenzione ai prodotti di agricoltura biologica, quelli che si ottengono senza l’utilizzo di sostanze esterne, pericolose per la salute di uomo e ambiente. È bandito l’utilizzo di fertilizzanti e insetticidi. Vengono premiate le modalità agricole che rispettano i diritti degli animali e dei cicli biologici degli ecosistemi terrestri. Tra queste modalità, Naturae pratica la tecnica dell’idroponica, con acqua e argilla e contenitori riciclati, che garantiscono un’agricoltura più sostenibile, veloce e di qualità.

«Frutta e verdura di origine biologica sono ricchi di antiossidanti e sono utili contro i radicali liberi, responsabili dei processi di invecchiamento», assicurano i referenti dell’Associazione. «Le tante persone che vengono a visitarci, attratte dal rosso maturo delle fragole, le degustano e ne assaporano la qualità e la genuinità».

L’alimento ipocalorico è indicato nei regimi dietetici dimagranti e può essere consumato anche da chi soffre di diabete, oltre a essere dissetante e diuretico.

E sono tante le varietà che si possono ammirare all’orto sociale in questo periodo:

  • I pomodorini del piennolo: coltivati in una parete attrezzata in legno, sono ricchi di vitamina A e C. A loro vengono riconosciute proprietà anti-cancerogene, grazie alla presenza di sali minerali come Calcio, Fosforo e Potassio; questo esercita concreti benefici sulla funzionalità del cuore e dei muscoli.
  • I pomodori datterini: coltivati con la tecnica dell’idroponica, con acqua e argilla e contenitori riciclati, grazie alla quale si garantisce un’agricoltura più sostenibile, veloce e di qualità. Se ne faranno sughi per spaghetti. Ricchi di potassio, vitamina C, fosforo e vitamina K, hanno un ruolo fondamentale nel processo di coagulazione del sangue e assicurano il mantenimento di ossa forti. Inoltre, il datterino è ricco di antiossidanti.
  • Il Better Boy: pomodoro ibrido, estremamente popolare, ha un processo di maturazione piuttosto precoce e va consumato appena dopo essere stato raccolto. Consigliato per la dieta.
  • Le zucchine: contengono potassio (soprattutto), acido folico, vitamina E e vitamina C. Le zucchine sono diuretiche e aiutano a contrastare i problemi delle vie urinarie. Sono valide alleate di chi soffre di infiammazione intestinale e sono molto utili in caso di stitichezza.
  • Le melanzane viola: sono ricche di fibre. È un ortaggio ideale in caso di stipsi. Alla melanzana sono, infatti, attribuite blande proprietà lassative ed è consigliata nelle diete in caso di anemia, arteriosclerosi, oliguria e gotta. Note anche le virtù depurative, diuretiche ed antinfiammatorie.
  • La melannurca o Mela Annurca Campana: è un prodotto ortofrutticolo italiano, varietà pregiata di mela tipica della nostra regione, tale da essere considerata la “Regina delle Mele”. Nel nostro orto non manca l’albero che si fa ammirare con i suoi frutti in essere.

I soci di Naturae sperimentano insieme, affinché arrivi il messaggio di una sana alimentazione, perché una vita sana parte dalla tavola.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *