L’Orto Sociale nel segno della Terza Età

L'Orto Sociale nel segno della Terza Età

L’Orto Sociale ha aperto i cancelli alla Terza Età. In un periodo nel quale il Covid ha costretto a casa un po’ tutti, penalizzando particolarmente le attività sociali dedicate agli anziani, l’allegra delegazione s’è cimentata nella coltivazione dell’insalata.

Volti felici e sorrisi per una mattinata diversa. L’Associazione Culturale Naturae ha preparato una postazione ‘ad hoc’ per coinvolgere i partecipanti, che hanno risposto con grande interesse ed entusiasmo.

Una iniziativa che verrà ripetuta nel corso delle settimane, per tutta l’estate, nelle ore più fresche della giornata.

L’Associazione ha predisposto una postazione di lavoro adeguata: un tavolo alto un metro e mezzo per soddisfare le esigenze degli anziani che fanno fatica ad abbassarsi.

I partecipanti, a loro volta, portano un prezioso quanto inestimabile contributo di esperienza, considerato che – fin dalla giovane età – hanno appreso le tecniche di coltivazione tradizionali. E Naturae è ben lieta di fare tesoro di queste testimonianze.

Il contatto con la terra migliora le condizioni sociali, psicologiche e fisiche dei pensionati, apportando benefici al corpo, allo spirito e alla mente.

Questi alcuni dei concetti basilari per realizzare un buon lavoro: preparare la terra, seminare, riconoscere i tempi e le stagioni, prendersi cura della pianta ottenendo germogli, fiori e frutti, distinguere e riconoscere colori, forme, profumi, gusti e suoni della natura, che aiutano a garantire una elasticità sia motoria che mentale e sensoriale.

L’orto sociale occupa un’area verde circoscritta per la realizzazione della piantumazione, l’irrigazione e l’innesto di colture, ma anche di erbe aromatiche e fiori.

«Più che mai, oggi, è necessario ritagliarsi uno spazio come questo in cui poter socializzare, respirare aria buona ed in totale sicurezza, aiutando a stimolare capacità cognitive e motorie. Rimettersi in gioco e raggiungere risultati che portino positività e benessere alla persona ed alla comunità è il nostro primo comandamento», viene evidenziato dai soci di Naturae.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *